Ladbrokes in perdita per la prima volta dopo dieci anni

Ladbrokes in perdita per la prima volta dopo dieci anni

Gambling, Industry 0 Comment 13

Ladbrokes PLC, uno degli operatori di gioco d’azzardo leader nel Regno Unito ha presentato i risultati finanziari preliminari per l’anno 2015. La società ha dichiarato che il suo fatturato è aumentato del 3,2% per un totale di 1.190 milioni di sterline rispetto ai 1.150 milioni generati durante l’anno precedente.

L’operatore britannico, però, ha anche riportato la sua prima perdita annuale, un fatto che non si verificava ormai da dieci anni, dovuta alle spese relative alla chiusura di case di scommesse, alle nuove tasse sul gioco d’azzardo, agli investimenti nel business online e nella realizzazione della mega-fusione con la rivale Coral Group.

Il bilancio finanziario del 2015

I ricavi del comparto rivenditori di Ladbrokes, nel Regno Unito, sono stati pari a 827,4 milioni di sterline, registrando una crescita del 2% rispetto allo scorso anno. L’utile operativo è diminuito del 2,7% per un totale di 116,1 milioni di sterline. I ricavi delle operazioni di gioco online sono ammontati a 232 milioni di sterline, con un incremento del 12,9% rispetto al dato registrato nei dodici mesi del 2014. E’ stata resa nota una perdita operativa di 23,8 milioni per l’intero periodo.

Il comparto dei rivenditori europei dell’operatore di gioco, ha generato lo scorso anno un totale di 119,8 milioni di sterline, un 1,9% in meno. L’utile operativo riferito allo stesso comparto, era superiore dell’11,5% e aveva toccato la cifra di 14,5 milioni di sterline nel 2015.

Il Telebetting ha contribuito per un totale di 5,5 milioni di sterline nel fatturato complessivo dello scorso anno, ma in calo del 46,1%. Nel comparto si è registrata una perdita operativa di 24 milioni di sterline. In totale, l’utile operativo di Ladbrokes,  ha registrato un netto calo lo scorso anno del 35,7% pari a 80,6 milioni di sterline.

L’ operatore di gioco ha anche annunciato la sua prima perdita annuale in un decennio, dovuta alle  spese relative alla chiusura di case di scommesse, alle nuove tasse di gioco, agli investimenti nel business online e nell’attuazione della megafusione di 2.300 £ milioni con la rivale Coral Group.

Ladbrokes aveva registrato una perdita prima della tassazione di 43,2 milioni di sterline in contrasto con i profitti di 37,7 milioni del 2014.

Il commento del direttore esecutivo

Commentando i risultati finanziari della società nel 2015, il direttore esecutivo Jim Mullen si è detto soddisfatto di segnalare “un buon inizio per il compimento di fornitura” per la strategia di crescita aggressiva introdotta nel luglio del 2015.

L’estate scorsa , Ladbrokes ha lanciato un programma di investimenti di tre anni, nel tentativo di costruire un portfolio  clienti per il comparto rivenditori digitali al dettaglio del Regno Unito e Australia, facendo intendere che il cliente giochi arcade, così come quello di scommesse sportive, sono esattamente ciò che l’operatore considera come fonte e centro delle sue attività.

Mullen ha dichiarato che il programma è nelle sue fasi iniziali, e senza dubbio rappresenta un segnale di ripresa positivo, con i terminali di scommesse self-service situati nelle case da gioco di tutto il Regno Unito, con il calcio in crescita e un multicanale di vendita al dettaglio che porterà ad una crescita solida e multicanale.

Per quanto riguarda le operazioni digitali, l’introduzione di strategie di marketing hanno portato i clienti a scommettere di più sul sito web di gioco online Ladbrokes.

Le entrate precedenti dell’operatore di  brand online è aumentato del 25% l’anno scorso e gli utili operativi in Australia sono aumentati del 75% .

Author

Leave a comment

Search

Back to Top