Sony produrrà giochi per dispositivi mobile sfruttando la realtà aumentata

Sony produrrà giochi per dispositivi mobile sfruttando la realtà aumentata

Mobile, Video Games 0 Comment 32

realtà aumentata

Nei prossimi anni si assisterà ad una crescita costante della realtà aumentata più di quella virtuale. Secondo le previsioni entro il 2020 il mercato varrà 30 miliardi di dollari, un business che accrescerà la ricchezza delle aziende che se ne occupano.

La realtà aumentata consente di collocare immagini in 3D su sfondi fisici reali consentendo all’utente di rimanere integrato col mondo che lo circonda, cosa che non permette invece la realtà virtuale. È per questo che a livello di marketing sarà più promettente di quest’ultima. Attraverso la realtà aumentata sarà possibile ad esempio accedere ai social in qualunque momento, inviare e ricevere messaggi e mail e integrare la realtà virtuale nella realtà.

Cloudtweeks.com afferma che si tratta di una industry più che promettente, nel quale sono già attivi player del calibro di Sony e Microsoft. Il colosso Sony in particolare, dopo anni di dominio quasi assoluto nel segmento del gioco domestico e delle console, ha manifestato l’intenzione di voler puntare sul gaming mobile attraverso la realtà aumentata.

Kazuo Hirai, Ceo di Sony, ha già annunciato da tempo la volontà della società di inserirsi su questo mercato, pur riconoscendo che un passo del genere nasconde diverse insidie: “Per una società focalizzata su console, entrare nel mondo mobile è un grande cambiamento”, ha spiegato.

All’Ifa 2016 di Berlino, secondo quanto ha riportato il Financial Times, l’Ad avrebbe dichiarato che Sony ha dato vita ad un’azienda sussidiaria dedicata interamente al mobile gaming che presto dovrebbe tirar fuori i primi titoli di successo. Hirai si stava riferendo in particolare alla Forward Works, un team indipendente creato per ideare contenuti e servizi per smartphone partendo dalle proprietà intellettuali della Sony e dai videogame creati per le sue console

A guidare il mercato, secondo la società, sarà proprio la realtà aumentata: “un’idea importante e innovativa che andrà a beneficio tutti coloro che fanno parte dell’industria del gaming“, ha spiegato Hirai.

Basti pensare al celebre Pokemon Go, che rappresenta un vero cambiamento di paradigma, con possibilità di trasformare letteralmente il modo di muoversi e di agire delle persone“, ha aggiunto. E’ proprio per questo motivo che il colosso ha pensato di incorporare le funzionalità della realtà aumentata ai suoi giochi.

ForwardWorks cercherà di sfruttare la proprietà intellettuale dei giochi e dei personaggi della PlayStation, così come la conoscenza ed esperienza nello sviluppo di giochi per creare applicazioni ottimizzate per dispositivi intelligenti come gli smartphone. Stiamo andando a scavare in un nuovo territorio che ci darà opportunità illimitate“, ha dichiarato il CEO.

Inoltre l’uscita del casco per la realtà virtuale di PlayStation stiamo per approfondire un nuovo territorio, che ci fornirà infinite opportunità, in primo luogo nel settore dei giochi, ma per l’intero gruppo Sony più in generale”, ha aggiunto. Secondo uno studio la realtà aumentata Pokémon Go ha suscitato l’interesse di nuovi fan verso nuove applicazioni mobili che permettono l’interazione con i personaggi in situazioni di vita reale.

Al momento Sony non ha ancora reso nota la possibile lista di titoli interessati. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal potrebbe trattarsi di titoli legati ad alcuni franchise di Sony Interactive Entertainment, come Hot Shots Golf, The Last Guardian e Intelligent Qube.

È ancora troppo presto però per fare delle supposizioni. Probabilmente bisognerà attendere la fine di marzo del 2018.

Author

Leave a comment

Search

Back to Top