Spagna, un gioco (la Quiniela) in caduta libera

Spagna, un gioco (la Quiniela) in caduta libera

Gambling, Industry, Prima Pagina 0 Comment 6

Il calcio scommesse, prodotto per eccellenza nel corso degli ultimi sette decenni in Spagna, la Quiniela o il popolare “1X2”, e preferito da diverse generazioni, sta perdendo il suo fascino.

Si prospetta un futuro incerto per un gioco che continua a perdere colpi stagione dopo stagione, con premi più piccoli, meno raccolta e partecipazione. Dai 557.3 milioni di euro di vendite nel 2008, si è passati 268,5 milioni nel 2015, anno cui risalgono gli ultimi dati resi noti dal LAE, Loterías y Apuestas del Estado.

Anche i dati elaborati in riferimento alle due ultime stagioni non sono tanto positivi. Sia il numero di scommesse che il denaro raccolto hanno registrato un segno negativo in aprile 2017 rispetto allo stesso mese del 2016.

Vi sono altri dati che confermano che i tempi d’oro dell’”1X2” sono ormai un lontano ricordo. I ricavi più alti della “Quiniela” risalgono agli anni 1996, 2000 e 1998. Lo stesso vale per i premi più alti distribuiti, consegnati nel 2005, 1996 e il 2007.

Nelle sue relazioni annuali, il LAE ha riportato due ragioni principali del crollo di questo prodotto: la crisi economica e la concorrenza delle scommesse sportive online. Gli esperti affermano che sono due i fattori che hanno influito, ma riportano molte altre ragioni.

Il professore di Matematica Applicata presso l’Universidad CEU San Pablo, Miguel Córdoba, indica che la crisi ha avuto un effetto su quasi tutti i giochi nel periodo 2011-2013 perché, “se le persone non hanno reddito disponibile, non gioca o gioca di meno” .
Ha spiegato che a quell’epoca si è verificato un calo dei ricavi di tutti i giochi eccetto nel segmento online, che stava iniziando ad affacciarsi sul mercato. “La Quiniela non è stata immune alla crisi, è quando è arrivata la ripresa, i gusti semplicemente erano già cambiati“, ha affermato.

Superato il periodo di crisi, la Quiniela ha subito delle trasformazioni. Ha fatto la sua comparsa una nuova generazione di giocatori che considerava l’”1X2”, come qualcosa di obsoleto e che cominciava a dedicarsi di più alle scommesse online.

Ed è normale, perché questi sono digitalizzati già da ragazzini. Non c’è bisogno di muoversi e vedere il volto di chi vende i biglietti. E’ solo un problema generazionale e alla fine accadrà come il settore dei taxi, sopraffatto da Uber, Cabify e, soprattutto, Car2go, è solo una questione di tempo“, ha aggiunto Cordoba.

Mariano Chóliz, direttore dell’Unidad de Investigación Adicción al Juego y Adicciones Tecnológicas, ha spiegato che il gioco d’azzardo online presenta un rischio molto più elevato di dipendenza rispetto a giochi come la Quiniela perché il risultato è disponibile in pochi minuti.

Questa immediatezza è il principale componente di dipendenza di qualsiasi gioco d’azzardo. Ma attraverso le scommesse online si può scommettere su molti altri eventi, indipendentemente da chi vince o perde. Si può scommettere su un risultato concreto, su chi segnerà un goal o su come lo fa e quando”.

Ma il declino della Quiniela, secondo gli esperti, non è riconducibile solo alla crisi o all’ascesa del gioco d’azzardo on-line.

Miguel Córdoba ha spiegato che rientra anche la natura propria dell'”1X2″ perché si tratta di un gioco che dipende da circostanze incontrollabili. Ad esempio, che giochi o meno Messi, o che ci sia la pioggia o il sole, può alterare il risultato di una partita. “Pertanto, non è un gioco facile, come può esserlo comprare un biglietto della Lotteria di Natale”.

Nel calcio di oggi, ha affermato, le combinazioni testate per Quinielas o l’”1X2” in cui le probabilità di vincita erano doppie in casa piuttosto che al contrario, non hanno più senso.

Cordoba ha aggiunto che attualmente esistono molte altre tipologie di scommesse sportive, in particolare il calcio, che possono essere fatte su una singola partita, sul risultato o su altri elementi. “Quindi la Quiniela tradizionale è semplicemente obsoleta“.

Secondo Laura Guillot, esperta nel settore dei giochi, dell’intrattenimento e dei media, non aiuta nemmeno l’immobilità del LAE, la cui gestione è estremamente critica. “Il LAE deve fare qualcosa e quello che vedo è sempre compiacimento, nessuna autocritica e la negazione del suo declino“. A suo avviso, la Quiniela ha 70 anni e, proprio per questo, è già un gioco “un po’ vecchio e obsoleto” i cui clienti stanno scemando. “E non si sta facendo nulla per attrarre clienti più giovani, che si informano sui social network. La presenza del LAE qui è scarsa, non adotta nessuna strategia di marketing“.

Guillot ha affermato che il LAE “spende enormi quantità, fino a 66 milioni di euro nella pubblicità sui media tradizionali mentre esistono studi secondo cui i giovani difficilmente leggono un giornale cartaceo”. Secondo l’esperta la Quiniela ha bisogno di “un cambiamento strutturale, una rimodellazione da cima a fondo”. “Per esempio, 70 anni fa non esisteva la Champions League, ma oggi sì e ci sono molti giovani ai quali interessa più questa competizione rispetto al campionato. Avrebbero dovuto allargarsi ad altre competizioni e sport, vedendosi come un complemento al gioco d’azzardo online”.

Un punto di vista condiviso da Cordoba, il quale ha affermato che è molto probabile che la Quiniela scomparirà presto, almeno nella sua forma attuale. “E’ giusto modernizzare, variare dopo qualche tempo il modo di scommettere, giocare con le probabilità per creare scommesse interessanti e giocare con l’importo dei premi per renderlo interessante per i giocatori“. “Si possono fare combinazioni dei risultati di calcio con altri possibili eventi. Creare un sito web dove si possa giocare in tempo reale … È chiaro, che sarebbe in contrasto con i negozi in cui vendono biglietti, ma credo che è un altro fattore della rigidità del sistema economico che deve essere eliminato“, ha spiegato.

La Quiniela spagnola ha introdotto alcune piccole modifiche nel 2014 che, alla luce dei dati, ha fatto poco per rivitalizzarla. Pieno 15 superato il tipico formato 1X2 ad una specie di club il più elegante “Quinigol” che deve corrispondere ogni insieme molti obiettivi: zero, uno, due o più (0, 1, 2 e M).

Author

Leave a comment

Search

Back to Top